/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

monolocale ristrutturato nuovo piano terra senza balcone 3 posti letto 350 m dal mare comodo su tutti i servizi 399...

Abito da sposa tessuto originale ARMANI, modello ARMANI, realizzato da Vogue Sposa di Luciana De Stefano. Tessuto seta...

SANREMO, SPLENDIDA VISTA MARE. PRIVATO VENDE MONOLOCALE ARREDATO AL 7° PIANO DI UN BEL COMPLESSO IN OTTIME CONDIZIONI....

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | sabato 18 marzo 2017, 19:00

Sanremo: grande successo per On The Bicycle, la storia della bicicletta in mostra all'Hotel De Paris (FOTO e VIDEO)

Tra i 16 esemplari della preview della collezione, sono stati selezionati i modelli più rappresentativi dell’evoluzione storica di questo mezzo di trasporto individuale

In occasione della Classicissima Milano Sanremo e della Milano Sanremo d’epoca, la famigerata corsa rievocata dalla a.s.d. Nova U.V.I (Unione Velocipedistica Italiana) in cui i partecipanti percorrono i 286 Km che dividono Milano da Sanremo con bici d’epoca, maglie storiche, cinghietti ai pedali e scarpini in cuoio, non poteva che essere l’occasione ideale per presentare una piccola preview della vasta collezione di biciclette storiche On the bicycle, raccolta negli anni dall’imprenditore del mare Gianni Cozzi.

L'intervista a Beatrice Cozzi Parodi


All’interno dell’incantevole e lussuoso 4 stelle Hotel de Paris Sanremo, affacciato sul mare di Corso Imperatrice, a fianco alla Chiesa Russo-Ortodossa e al Casinò della città, ha preso vita la preview della collezione di bici storiche.

Con un corpus di 100 velocipedi facenti parte della collezione On the bicycle si vuole raccontare e documentare la storia, lo sviluppo e l’influenza sui costumi sociali della geniale invenzione che è la bicicletta, mezzo che ha permesso all’uomo di spostarsi ad una velocità tripla rispetto al camminare, impiegando però la metà dell’energia necessaria a parità di distanza percorsa. 

Tra i 16 esemplari della preview della collezione, sono stati selezionati i modelli più rappresentativi dell’evoluzione storica di questo mezzo di trasporto individuale. Le informazioni storiche e costruttive a corredo di ogni singolo esemplare sono coadiuvate da schede tecniche e foto storiche che danno la possibilità di leggere l’evoluzione dei comportamenti sociali provocati dalla progressiva diffusione dell’uso di questo mezzo.

"La collezione di bicilette storiche “On the Bicycle” è una collezione che ha cominciato a raccogliere mio marito Gianni Cozzi quando si cominciò a parlare del progetto della pista ciclabile, l’obiettivo era quello di creare, attraverso questa collezione, un punto di riferimento storico-culturale che rappresentasse l’evoluzione storica di questo mezzo di trasporto eccezionale. Negli anni abbiamo mantenuto la collezione, una collezione vastissima formata da quasi 400 pezzi, e nell’ultimo anno abbiamo trovato una persona di fiducia che ci ha aiutato e permesso di restaurare ben 100 biciclette della collezione. Le 16 biciclette esposte oggi all'Hotel de Paris Sanremo, sono solo una piccola preview di questa grande collezione che vogliamo far conoscere e portare nei musei e nelle gallerie d’arte in giro per il mondo, in particolare in medio oriente dove c’è una vera e propria passione per oggetti storici da collezione come questi. Una collezione che però vogliamo far conoscere nel mondo legata al nostro territorio, alla pista ciclabile, alle nostre tradizioni, ai nostri meravigliosi fiori e ai nostri sapori" ha dichiarato Beatrice Parodi, presidente del Gruppo Cozzi Parodi.

Tra i modelli originali della collezione On the bicycle, possiamo annoverare un primo esemplare di Michaudine datato 1868, un velocipede nato dall’intuizione del giovane Ernest Michaux di applicare un sistema a pedali sulla ruota anteriore, forme ed evoluzione che passano dalle grandi ruote del biciclo, al triciclo di fine 800. Ma ancora tandem, le reclinate e alcuni esemplari sperimentali, per arrivare a modelli più recenti risalenti al 1988 con una delle bici considerate futuristiche per l’epoca, creata appositamente per Francesco Moser in occasione del tentativo del record dell’ora indoor.

 Una collezione privata che esalta e rappresenta il design e l’innovazione racchiusi in 120 anni di storia dell’evoluzione del velocipede. L’allestimento della preview di On the bicycle a cura dell’Arch. Clarissa Orsini e dell’Arch. Simone De Nardi, foto di Emanuele Biondi.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore