/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | venerdì 24 febbraio 2017, 11:28

Processo per i maltrattamenti alla casa di riposo ‘Borea’ di Sanremo, l’accusa chiede la condanna per due imputati su tre

Chiesti un anno e 8 mesi per Rosalba Nasi e 6 mesi per Benito Vitale

È in corso questa mattina in Tribunale a Imperia l’udienza del processo per i maltrattamenti alla casa di riposo ‘Borea’ di Sanremo.

L’accusa ha formulato poco fa la richiesta di pena per due imputati su tre. Chiesti un anno e 8 mesi per Rosalba Nasi (direttrice) e 6 mesi per Benito Vitale (dipendente).
Chiesta, invece, l’assoluzione per Stefano Bisiani (ex titolare della cooperativa che operava all'interno della casa di riposo).

Le parti civili, invece, hanno chiesto la condanna per tutti e tre gli imputati.
Nella precedente udienza, davanti al giudice Massimiliano Botti erano sfilati i sette testimoni chiamati dai legali Cappellin e Artioli, tutti ex lavoratori del Borea e di altre strutture i quali hanno dichiarato di non essersi resi conto delle violenze e che queste non sono mai avvenute in loro presenza.

Nel primo pomeriggio sono terminate le arringhe da parte dei tre avvocati della difesa Andrea Artioli, Alessandro Mager e Cristina Cappellin. Tutti e tre hanno chiesto l'assoluzione per i loro assistiti.
L'assoluzione è stata chiesta per non aver commesso il fatto, in subordine perché non costituisce reato o in caso di condanna è stata chiesta l'applicazione delle attenuanti generiche
Il processo è stato rinviato al 24 marzo per repliche.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore