/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 23 febbraio 2017, 19:55

Da Badalucco a Santo Stefano al Mare è scattata la raccolta firme a sostegno dell'ambulatorio infermieristico di Taggia

Come vi avevamo spiegato ieri non vengono più eseguiti prelievi all’interno della nota struttura gestita da Rosa Vivaldi. Una situazione indipendente dal personale che è stato costretto ad interrompere il principale servizio per via di un problema di natura burocratica.

Da Badalucco a Santo Stefano al Mare è scattata la raccolta firme a sostegno dell'ambulatorio infermieristico di Taggia

E’ scattata la raccolta firme a sostegno dell’ambulatorio infermieristico di via Genova a Taggia. Come vi avevamo spiegato ieri non vengono più eseguiti prelievi all’interno della nota struttura gestita da Rosa Vivaldi. Una situazione indipendente dal personale che è stato costretto ad interrompere il principale servizio per via di un problema di natura burocratica.

La decisione ha scatenato una vera e propria rivolta popolare, iniziata prima su Facebook ed approdata nella realtà. Sono davvero tantissime le persone che si servivano presso la struttura di Taggia, che  dal 2005 aiutava le persone della Valle Argentina, di Arma, Riva Ligure e Santo Stefano al Mare.

E’ proprio in tutte queste località che sono stati identificati dei negozi e delle attività dove poter raccogliere le firme contro lo stop imposto all’ambulatorio. 

In uno dei moduli di raccolta firme viene spiegato: “A sostegno del mantenimento dell’attività dello studio infermieristico in Taggia; tale struttura offre un servizio socio-sanitario indispensabile per i nostri concittadini e per i tanti utenti della valle Argentina. La sua inoperatività sta infatti comportando gravissimi disagi alle fasce di popolazione più sensibili e dipendenti da tale servizio, anziani e malati in particolare. Taggia e la valle non possono essere private di tale fondamentale presidio sanitario. La struttura Asl attualmente operativa sul territorio comunale è infatti largamente insufficiente alle esigenze della popolazione”.

Al momento le firme si possono raccogliere a Taggia presso la Tabaccheria Pantan in via Soleri, presso l’edicola di via Del Piano ed al bar 900 in via Mazzini. Ad Arma di Taggia i punti di raccolta sono attivi anche presso la Farmacia Revelli in via Queirolo, il negozio di cosmetici Bell’s in via della Stazione, il Fornaio, in via Cristoforo Colombo. A breve saranno attivi anche dei punti a Riva Ligure, Santo Stefano al Mare e Badalucco.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium