/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Libera su 3 lati: camera, sala, bagno, cucina con uscita in giardino. Terreno 13.000 mt bosco castagni e frutteto....

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

Parrot Bebop 2 con skycontroller, visore, 16 eliche di ricambio, un telaio nuovo due batterie di cui una maggiorata...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | mercoledì 15 febbraio 2017, 07:11

Sanremo: al via la procedura per la sostituzione dei parcometri, primo passo verso il ‘parcheggio smart’

Con la ‘manifestazione di interesse’ il Comune cerca aziende interessate al bando per la durata di 10 anni. In cantiere anche il sistema di pagamento via smartphone

Sanremo si avvia verso la rivoluzione del parcheggio, con l’introduzione del sistema che permetterà anche il pagamento tramite smartphone come già succede nelle grandi città italiane ed europee.

Ma non si preoccupino i fedeli del parcometro vecchio stile, ci sarà sempre spazio per il pagamento tradizionale. E, proprio per far convivere le due realtà, il Comune ha avviato la pratica per la sostituzione di tutti i parcometri cittadini.
Con un documento pubblicato nelle scorse ore sul sito istituzionale, è stata avviata la cosiddetta ‘manifestazione di interesse’ per individuare le aziende interessate a farsi avanti per l’affitto dei parcometri e, in generale, l’offerta del servizio.

Nella prima fase della ‘manifestazione di interesse’ è stato fissato un costo di 350 mila euro per il servizio della durata di 10 anni, per una spesa di 35 mila euro all’anno per 10 anni. Ma, ovviamente, quando verrà indetta la gara, avrà la meglio l’azienda che saprà proporre il ribasso più conveniente per le casse del Comune.

Comune che, ovviamente, trarrà anche guadagno dalle soste a pagamento.
I nuovi parcometri, oltre al tradizionale sistema di pagamento con le monetine, saranno anche in grado di comunicare con le nuove tecnologie del ‘parcheggio smart’ che, tra le altre cose, permetterà anche di poter pagare il prolungamento della sosta a distanza senza doversi preoccupare di correre verso l’auto per timore di una contravvenzione.

Il termine ultimo per la presentazione della ‘manifestazione di interesse’ è fissato alle 13 del 31 marzo prossimo. Poi il via al bando di gara.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore