/ ECONOMIA

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Scooter elettrico a 4 ruote Monrach Royale, per disabili e anziani. Possibile avere anche con copertura per la pioggia ...

Che tempo fa

Cerca nel web

ECONOMIA | martedì 14 febbraio 2017, 07:21

Va in archivio un Festival da ‘tutto esaurito’ per gli alberghi di Sanremo: “Non c’era un posto libero in tutta la città”

Ora si punta verso Sanremoinfiore, ma si pensa a un nuovo evento da proporre nel 2018 tra febbraio e marzo

Si chiude un’edizione del Festival di Sanremo dalle grandi soddisfazioni, per la Rai e non solo.

Gli albergatori matuziani non possono che esultare guardando i bilanci della settimana appena trascorsa. Un Festival da ‘tutte esaurito’ per gli alberghi cittadini e con positive ripercussioni anche sui comuni limitrofi.

Negli ultimi tre giorni sarebbe stato impossibile trovare una stanza in tutta la città – dichiara a SanremoNews Silvio Di Michele per Federalberghi – anche gli affittacamere e gli appartamenti hanno fatto il pieno. Tutto esaurito”.

Un Festival, quindi, che ha lasciato solo ricordi positivi per gli albergatori della città e che, come detto, ha portato molti a dover scegliere di alloggiare nelle vicinanze per via della mancanza di posti in città.

E ora? Passata la ‘tempesta’ festivaliera si guarda alla bella stagione, obiettivo nel mirino sono i carri, quel ‘Sanremoinfiore’ che fa da antipasto della Primavera.
Ma c’è del lavoro da fare per riempire il vuoto che si viene a creare tra la fine del Festival e gli eventi di metà marzo.

Sarebbe bello avere una manifestazione che possa completare l’offerta da qui ai carri – aggiunge Di Michele – si dovrà lavorare in tal senso, parleremo con l’Amministrazione. Ci siederemo a un tavolo per ideare qualcosa”. 

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore