/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 14 febbraio 2017, 17:04

Imperia: una sinergia tra Comune, Provincia e Teatro Stabile di Genova, per la nuova stagione teatrale

Otto spettacoli in tutto in scena allo Spazio Vuoto e in replica al Teatro Salvini di Pieve di Teco. Si parte il 21 febbraio con Pino Petruzzelli

Imperia: una sinergia tra Comune, Provincia e Teatro Stabile di Genova, per la nuova stagione teatrale

Una sinergia tra Comune, Provincia, Università e Teatro Stabile di Genova per la nuova stagione teatrale di Imperia che partirà il 21 febbraio con lo spettacolo prodotto dallo Stabile, realizzato da Pino Petruzzelli, interpretato da Mauro Pirovano “Bacci Musso ‘u cunta Romeo e Giulietta”. Petruzzelli tornerà il 4 aprile con un secondo spettacolo da lui diretto e interpretato: “Sabbatico”.  Otto spettacoli in tutto che si concluderanno il 12 aprile tutti rappresentati allo Spazio Calvino dell’Università di Imperia, e, in replica al teatro Salvini di Pieve di Teco, scelto come simbolo di un territorio, quello della valle Arroscia, profondamente segnato dall’alluvione dello scorso novembre.

La stagione, presentata questa mattina, vedrà la direzione artistica di Eugenio Ripepi e la consulenza artistica del professor Eugenio Bonaccorsi. In scena due spettacoli del teatro Stabile di Genova, ma non solo. Sul palco, il 14 marzo, anche l’attore Antonio Carli, con uno spettacolo, “Amanuense – il mondo di Franco Carli”, dedicato alla via artistica e non solo, del padre Franco, indimenticata figura di spicco del teatro imperiese. Una settimana prima, il 7 marzo, (l’8 in replica al Salvini), i “Cattivi di cuore” con “Credoinunsolodio” di Stefano Massini.

Il 28 e il 29 marzo sarà la volta di Gian Piero Alloisio con “Ogni vita è grande – Storie di canzoni”.

Tra i protagonisti della rassegna anche Eugenio Ripepi che, insieme a Giorgia Brusco interpreterà l’11 aprile allo Spazio Calvino, e il 12 al teatro Salvini, lo spettacolo di Matteo Monforte, con musiche di Zibba: “I giochi degli amanti”.

“C’è stato il contributo dello Stabile di Genova – commenta l’Assessore alla Cultura Nicola Podestà - che porterà a Imperia due spettacoli importanti, e poi avremo altri due spettacoli provenienti di Genova. Praticamente avremo spettacoli con professionisti di altissimo livello e con almeno quattro prime nazionali. È un momento davvero felice per la nostra attività culturale che abbraccia teatro, musica e teatro musicale. Questa iniziativa è interessante anche perché si sviluppa sul territorio. Parte dallo Spazio Calvino e verrà fatta una replica al teatro Salvini, che è un gioiellino che merita di essere valorizzato. Dalla sinergia di tutti gli enti è nato un cartellone teatrale di altissimo livello, che altrimenti non si sarebbe potuto realizzare. Mettendoci tutti assieme siamo riusciti a offrire alla cittadinanza, nostra e dell’entroterra, la possibilità di assistere a spettacoli veramente meritevoli”.


“Abbiamo pensato a un programma che potesse ottenere due obiettivi: - ha detto Eugenio Bonaccorsi - coprire il vuoto creato dall’inagibilità del teatro comunale, è impensabile che una città come Imperia non abbia uno spazio pubblico come il teatro, che è uno spazio dove ci si incontra, si dibatte, si confrontano idee, un luogo di aggregazione, un luogo di crescita culturale. La seconda ragione è che si voleva puntare a una stimolazione della società, riconoscersi nel teatro, anche in un teatro di proposta come quello che viene presentato qua al Calvino. Si tratta di un teatro molto vario, che pone dei problemi seri, ma lo fa con leggerezza. Io in questi casi ricordo sempre Calvino che parlava di una ‘leggerezza non priva di pensosità’. Ci sono molti titoli, artisti molto noti, ma l’idea di fondo è questa: ci si può occupare di cose serie anche riuscendo a divertirci”.


“Una proposta teatrale di primaria importanza, - la definisce il presidente della Provincia Fabio Natta - davvero una grande stagione teatrale, ancorché breve dal punto di vista delle giornate, anche se sono sedici, un numero già rilevante. La grande qualità degli interpreti, la grande capacità di Eugenio Bonaccorsi e Eugenio Ripepi di mettere insieme una grande squadra di amici, che hanno dato una grande disponibilità a essere presenti sia allo Spazio Calvino che al teatro Salvini. Un grande impegno da parte dell’assessorato alla Cultura del Comune di Imperia, di Nicola Podestà che ha creduto a questo progetto che sembrava davvero molto difficile da realizzare e con l’impegno diretto dal punto di vista di risorse, ma non solo quelle, Podestà ha lavorato molto a questo progetto e credo che debba essere ringraziato. La Provincia ha voluto coinvolgere il teatro Salvini oltre allo Spazio Calvino, in gestione alla Spu, che ha avuto il suo fondamentale ruolo. Con questo progetto la Provincia ha voluto dare la disponibilità del teatro Salvini sia per portare un’importante evento culturale in un gioiellino del nostro territorio, sia per dare una risposta dal punto di vista anche morale a un territorio colpito dall’alluvione. Portare la cultura a Pieve di Teco e in valle Arroscia, in questo momento credo abbia un significato che va al di là dell’evento in sé”.


Eugenio Ripepi presenta la stagione teatrale:


IN ALLEGATO LA CARTELLA STAMPA CON LA STAGIONE COMPLETA.

Files:
 Cartella Stampa Calvino Salvini Ripepi (0.9 MB)

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium