/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | lunedì 13 febbraio 2017, 18:02

Mentone: Marine Le Pen al confine "Finchè le autorità italiane saranno supine al diktat dell'Ue sarà impossibile eliminare il problema dell'immigrazione clandestina"

"E' necessario cambiare radicalmente politica perché ogni volta che un clandestino posa piede sulle rive dell'Ue, ce ne sono almeno altri dieci che tentano di fare la stessa cosa. L'esito catastrofico che tutti conosciamo perchè 3000 morti nel mar Mediterraneo sono un dramma umano insormontabile".

La leader del Front National francese Marine Le Pen ha fatto visita al posto di frontiera italo-francese tra Mentone e Ventimiglia.

La candidata dell'estrema destra, che in mattinata è stata a Nizza per rendere omaggio alle vittime dell'attentato del 14 luglio sulla Promenade des Anglais, è stata accolta da un gruppo di sostenitori fra i quali anche una delegazione di Fratelli d'Italia. Al suo arrivo un sostenitore le ha gridato "La France a besoin de vous", ovvero “La Francia ha bisogno di lei”.

"Finchè le autorità italiane saranno supine al diktat dell'Ue sarà impossibile eliminare il problema dell'immigrazione clandestina, l'unico mezzo per regolare il fenomeno è un accordo bilaterale fra Italia e la Francia per intercettare le navi dei migranti, metterle in sicurezza e riportarle indietro”.

Lo ha detto Marine Le Pen, all’uscita dal posto di frontiera, rispondendo ad una domanda su quale sia il suo messaggio alle autorità italiane per arginare il fenomeno. "E' necessario cambiare radicalmente politica perché ogni volta che un clandestino posa piede sulle rive dell'Ue, ce ne sono almeno altri dieci che tentano di fare la stessa cosa. L'esito catastrofico che tutti conosciamo perchè 3000 morti nel mar Mediterraneo sono un dramma umano insormontabile".

Presenti anche alcuni esponenti politici italiani, tra cui Flavio Martini, di Fratelli d’Italia-An di Ventimiglia.

“Siamo qui per manifestare il disagio che viviamo in Italia – ha detto Martini - con i molti clandestini presenti sul territorio da 2 anni. Ancora questa mattina abbiamo trovato pasti abbandonati di fronte alla stazione. Molte delle idee della Le Pen sono condivisibili anche se siamo qui per rappresentanza”.

Simona Della Croce

Animus Loci:
tracce d'Europa nel cuore d'Italia

In diretta sul nostro quotidiano venerdì 25 maggio dalle ore 17. SCOPRI DI PIU'

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore