/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 24 gennaio 2017, 13:26

Sanremo: processo per estorsione ai porteur del Casinò, una lettera dal carcere fa luce sulle presunte minacce a Sarnataro

È la novità odierna sul dibattimento acquisita dal Collegio giudicante presieduto da Donatella Aschero con a latere Alessia Ceccardi e Emilio Fois. È stato il Pubblico Ministero Antonella Politi, una volta ricevuta, a metterla a disposizione della difesa e dei giudici

Sanremo: processo per estorsione ai porteur del Casinò, una lettera dal carcere fa luce sulle presunte minacce a Sarnataro

Una lettera scritta dal carcere da parte di Alessandro Sarnataro, il testimone del processo in corso al tribunale di Imperia con una decina di imputati per vari reati tra estorsione, danneggiamento, spaccio, furto, ricettazione e detenzione di armi.

È la novità odierna sul dibattimento acquisita dal Collegio giudicante presieduto da Donatella Aschero con a latere Alessia Ceccardi e Emilio Fois. È stato il Pubblico Ministero Antonella Politi, una volta ricevuta, a metterla a disposizione della difesa e dei giudici. Nella lettera Sarnataro fa riferimento alla vicenda di presunte minacce ricevute da uno degli imputati: Stefano Amanzio, a causa delle quali, già nel corso della scorsa udienza, quando era stato sentito in qualità di testimone, aveva interrotto la propria deposizione. Questa mattina in precedenza erano stati ascoltati, sempre sulla vicenda delle presunte minacce, i parenti di Sarnataro che hanno però smentito quanto dichiarato dal teste in precedenza. Sarnataro, su richiesta del Pm sarà riascoltato in merito al processo in corso che è stato aggiornato a martedì prossimo, quando Amanzio e un altro imputato, Giovanni Tagliamento, rilasceranno dichiarazioni spontanee. Sempre nel corso della prossima udienza, il Tribunale conferirà l’incarico peritale per una perizia psichiatrica all’imputato Lino Francesco Lantero. La discussione è già stata fissata all’11 aprile.

La vicenda, secondo le indagini svolte dagli inquirenti, vide Tagliamento e gli altri imputati che avrebbero preteso da tre porteur del Casinò di Sanremo una percentuale sui loro guadagni. Secondo le indagini della Procura, in una serie di intercettazioni telefoniche ed ambientali, appostamenti e pedinamenti, gli indagati avrebbero minacciato uno dei porteur, puntandogli un coltello contro il torace.

La difesa è rappresentata dagli avvocati Luca Ritzu, Marco Bosio, Alberto Bellotti, Andrea Rovere, Salvatore Sciortino, Mario Ventimiglia e Ramez El Jazzar.

GLI IMPUTATI:

Giovanni Tagliamento, Stefano Amanzio, Giovambattista Capello per la tentata estorsione. Amanzio deve rispondere anche di spaccio di droga insieme a: Alessandro Caricchio, Lino Francesco Lantero, Mario Mistretta e Pasquale Falcone. Amanzio è imputato anche per danneggiamento doloso insieme a Bruno Rossi. Alessio Scuzzi, Santo Vancone e Giuseppe Pappalardo sono imputati per ricettazione. Il fascicolo relativo allo sfruttamento della prostituzione per cui sono a processo Pasquale Galantuomo, Gianna Patrizia Negretti e Paul Darmanin è stato stralciato e il 20  giugno sarà aperto un nuovo processo che inizierà con l’interrogatorio di una teste che si trova all’estero per cui molto probabilmente sarà necessaria una rogatoria internazionale richiesta dal Pubblico Ministero.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium