/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 24 gennaio 2017, 09:59

Sanremo: lavori in piazza Santa Brigida nel centro storico, interviene il Comitato 'La Pigna - La storia siamo noi'

“Riteniamo sia doveroso – termina il Comitato - dare la priorità a queste opere di risanamento igenico sanitario dei vicoli, indispensabili per i residenti del quartiere e non a quelle voluttuarie di scarso interesse e che non avrebbero ricadute di nessun beneficio per il nostro rione”.

Sanremo: lavori in piazza Santa Brigida nel centro storico, interviene il Comitato 'La Pigna - La storia siamo noi'

“Ringraziamo il dott. Leandro Faraldi per aver cortesemente risposto alla nostra lettere in cui manifestavamo palesemente lo scontento generale del quartiere per lo spostamento della fontanella di Piazza Santa Brigida. Non nascondiamo ora il nostro stupore nell'apprendere ci sia il parere favorevole della Soprintendenza che, ci fa supporre sia un parere ‘discrezionale’. Per carità sarà pure legittimo, ma non conforme al rispetto dei vincoli Storici, Culturali a cui è sottoposta la Pigna”.

Interviene in questo modo il CdQ ‘La Pigna - La storia siamo noi’, che chiede nuovi interventi nel centro storico matuziano. “Fiduciosi come sempre adesso i residenti aspettano la risposta agli altri due punti della nostra lettera:
- per quanto riguarda gli altri interventi futuri sulla ‘parte più ampia’ della piazzetta, dove si pronostica di attuare una specie di anfiteatro, auspichiamo che non vengano sprecati altri soldi pubblici per opere inutili, ricordando che il quartiere è già dotato di quello di San Costanzo e non necessita di certo di un altro anfiteatro;
- Sarebbe sperabile fossero investiti questi denari per la riqualifica igenico-sanitaria di via Palmari ed altri vicoli limitrofi, che da molti anni necessitano di tali opere di primaria importanza, per le quali i responsabili degli uffici preposti del Comune hanno sempre risposto alle istanze dei residenti interessati che non si possono attuare, perchè privi di risorse economiche”.

“Riteniamo sia doveroso – termina il Comitato - dare la priorità a queste opere di risanamento igenico sanitario dei vicoli, indispensabili per i residenti del quartiere e non a quelle voluttuarie di scarso interesse e che non avrebbero ricadute di nessun beneficio per il nostro rione”. 

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium