/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 23 gennaio 2017, 14:27

Urbanistica: Regione Liguria, al via programma di riqualificazione urbana e valorizzazione di nuovi alloggi pubblici

Presidente Toti: “Nuove risorse per valorizzare il patrimonio di edilizia abitativa pubblica e la riqualificazione delle periferie”. In provincia di Imperia a beneficiarne sono i comuni di Diano Marina e Dolcedo

Urbanistica: Regione Liguria, al via programma di riqualificazione urbana e valorizzazione di nuovi alloggi pubblici

Un milione e 300mila euro di contributo regionale per dare vita a un vasto programma di riqualificazione degli spazi urbani e creazione di nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica in 10 Comuni liguri per un investimento complessivo di 3milioni e 600mila euro. Sono stati presentati questa mattina gli esiti del bando denominato “RUEV”2016 approvato nel mese di agosto, alla presenza del Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti e dell’assessore regionale all’Urbanistica, Marco Scajola.

Dieci gli interventi presentati che sono stati finanziati grazie al contributo regionale.

- Diano Marina: realizzazione di tre alloggi a canone moderato, grazie al recupero e al risanamento del sottotetto di Palazzo Marione (ex sede del Comune), riqualificazione spazi pubblici in Piazza Martiri della Libertà e Via Cavour e valorizzazione del parcheggio in piazza Jacopo Virgilio, contributo regionale di 163.000 a fronte di un investimento complessivo di 640mila;

- Comune di Dolcedo: riqualificazione di un immobile adiacente all’oratorio di San Lorenzo, ridefinizione degli spazi pedonali della piazza antistante e nuova viabilità per il paese, contributo regionale 100.000 euro per un investimento complessivo di 194.000 euro;

 - Comune di Altare (Città del Vetro): Rifunzionalizzazione delle ex vetrerie Savam, realizzazione di 3 alloggi a canone moderato e completamento della riqualificazione di Piazza Vittorio Veneto, contributo regionale 100.000 euro , investimento complessivo 576.000 euro;

- Comune di Spotorno: realizzazione di alloggi di ERP, rigenerazione urbana dell’area circonstante la Pinacoteca comunale “Villa Carlina” e sistemazione del verde per renderla fruibile ai visitatori, contributo regionale di 100mila euro, per un investimento complessivo di 157mila;

- Comune di Tovo San Giacomo: realizzazione di alloggi a canone moderato e riconversione del piano terra della ex scuola in località Bardino Vecchio da destinare a spazio sociale e sede della Protezione civile, contributo regionale di 100mila euro per un investimento complessivo di 235mila euro;

- Varazze: realizzazione di alloggi a canone moderato e riqualificazione di Piazza IV Novembre in località Alpicella, contributo regionale 163mila euro per un investimento complessivo di 400mila euro;

 - Comune di Arenzano: Messa in sicurezza e riqualificazione dell’area in località Borgo Lupara e realizzazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica, contributo regionale 150.000 euro per un investimento complessivo di 263.000 euro;

 - Comune di Cogoleto: realizzazione di 11 alloggi di edilizia residenziale pubblica in località Valcalda e Pratozanino con contestuale realizzazione di opere di urbanizzazione, riqualificazione della viabilità e abbattimento delle barriere architettoniche, contributo regionale 150.000 per un investimento complessivo di 631.000 euro;

- Comune di Genova: recupero di otto alloggi, da destinare a canone moderato, nel quartiere di San Teodoro; riqualificazione delle aree verdi e dei percorsi pedonali adiacenti, contributo regionale 200mila , per un investimento complessivo di 400mila euro;

- Comune di Sesta Godano: realizzazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica e riqualificazione dei tracciati viari storici del borgo antico di Santa Maria, contributo regionale di 100mila euro per un investimento complessivo di 150mila euro.

“Gli interventi finanziati – spiega l’assessore regionale all’Urbanistica, Marco Scajola – ampliano i progetti di rigenerazione urbana già finanziati e in corso e ci permettono di intervenire in tutta la Liguria con progetti proposti dal territorio, utili per le esigenze delle famiglie e per il miglioramento della vivibilità, in particolare dei borghi storici. Queste risorse sono state recuperate con un notevole sforzo, nonostante i continui tagli del Governo sull’edilizia pubblica anche per andare incontro alle innumerevoli richieste provenienti dagli Enti. Per questo contiamo, anche nel 2017, di proseguire il finanziamento della riqualificazione dei piccoli borghi che rappresentano una delle eccellenze del nostro territorio”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium