/ CRONACA

CRONACA | 21 gennaio 2017, 15:14

Ventimiglia: 41 migranti stipati in furgone, arrestato un passeur albanese mentre l'altro riesce a fuggire

Si tratta di un 20enne, N.S., che questa mattina è comparso davanti al giudice Massimiliano Raineri ed al Pm Brusa, difeso dall'avvocato Ramadan Tahiri. L’arresto è stato convalidato e l’albanese ha ammesso gli addebiti, senza però fare il nome del complice.

Ventimiglia: 41 migranti stipati in furgone, arrestato un passeur albanese mentre l'altro riesce a fuggire

Un passeur arrestato ed uno è riuscito a fuggire. E’ avvenuto giovedì sera al confine italo-francese tra Ventimiglia e Mentone, sempre più crocevia per profughi che vogliono attraversare la frontiera per raggiungere il Nord Europa. E, quando non riescono a farlo da soli attraverso sentieri particolarmente pericolosi, si affidano a personaggi senza scrupoli (quasi sempre anche loro stranieri), che chiedono ovviamente denaro in cambio di ‘passaggi’ sempre rischiosi per il controllo delle forze dell’ordine transalpine.

Due ‘passeur’ albanesi sono stati fermati mentre trasportavano su un furgone, stipati all’inverosimile, ben 41 migranti che cercavano il viaggio della ‘speranza’, pagando ben 150 euro a testa ai due malviventi. Uno di loro, l’autista del mezzo, accortosi della presenza delle forze dell’ordine italiane, è riuscito a fuggire nel buio mentre il ‘compare’, seduto vicino a lui, è stato arrestato. Si tratta di un 20enne, N.S., che questa mattina è comparso davanti al giudice Massimiliano Raineri ed al Pm Brusa, difeso dall'avvocato Ramadan Tahiri. L’arresto è stato convalidato e l’albanese ha ammesso gli addebiti, senza però fare il nome del complice.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium