/ CRONACA

CRONACA | 19 gennaio 2017, 19:16

Il 2016 di chiude con un bilancio positivo per i Carabinieri della Compagnia di Sanremo: 170 arresti e oltre 500 persone denunciate

Anche il 2017 è iniziato dando massimo impulso all’attività di contrasto a tale fenomeno: già quattro gli spacciatori arrestati nei primi giorni del nuovo anno.

Il Capitano Paolo De Alescandris

Il Capitano Paolo De Alescandris

Il 2016 è stato un anno di notevole impegno per i Carabinieri della Compagnia di Sanremo, al comando del Capitano Paolo De Alescandris. Seguendo le direttive impartite dal superiore Comando Provinciale di Imperia, l'Arma matuziana ha prestato massima attenzione al campo della prevenzione dei reati e dell’impegno sociale, non tralasciando tutte le attività proprie della Benemerita.

Proprio per raggiungere tali obiettivi nel corso dell’anno sono stati notevolmente incrementati i controlli a persone e veicoli, aumentati di circa il 50% rispetto al periodo precedente. Il maggiore sforzo profuso nella prevenzione dei reati trova positivo riscontro nel calo complessivo dei delitti denunciati presso le 6 Stazioni Carabinieri poste alle dipendenze della Compagnia di Sanremo. I Comandi dell’Arma di Sanremo, Arma di Taggia, Santo Stefano al Mare, Ceriana, Badalucco e Triora hanno infatti registrato un calo dei delitti denunciati, a cui si affianca un rilevante aumento, in proporzione, del numero dei delitti per i quali sono stati scoperti gli autori.

Decisamente aumentata l’attività repressiva dei Carabinieri con l’arresto di quasi 170 persone e la denuncia in stato di libertà di oltre 500 persone. Particolarmente incisivo è stato il contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti ed al relativo uso. Tale attività ha consentito di trarre in arresto circa 50 spacciatori e di denunciarne in stato di libertà quasi il doppio. Oltre la metà di tali individui sono stranieri, principalmente irregolari nordafricani. Ben 120 le persone segnalate alla Prefettura di Imperia come assuntori di sostanze stupefacenti. Anche il 2017 è iniziato dando massimo impulso all’attività di contrasto a tale fenomeno: già quattro gli spacciatori arrestati nei primi giorni del nuovo anno.

Particolarmente proficua si è dimostrata la collaborazione con gli Istituti scolatici presenti sul territorio. Come ogni anno i Carabinieri hanno effettuato incontri con gli studenti delle varie scuole al fine di contribuire alla diffusione della cultura della legalità tra i più giovani: circolazione stradale, droga ed alcool, fenomeni quali la violenza di genere e il bullismo i principali argomenti trattati, lasciando sempre ai giovani uditori ampio margine per formulare domande su tematiche di interesse.

Notevole anche l’impegno nel campo della prevenzione alle truffe, in particolare nei confronti delle persone anziane. Numerosi sono stati gli incontri organizzati dal Comandante di Compagnia e da tutti i Comandanti di Stazione presso i territori di competenza. Anche in questo settore i risultati sono positivi. Il dato relativo alle truffe perpetrate, infatti, è in calo mentre, in proporzione, è aumentato il numero dei responsabili individuati dai Carabinieri a seguito di indagini.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium