/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | giovedì 19 gennaio 2017, 12:19

Sanremo: stretta finale per il 'porta a porta', entro metà febbraio via tutti i cassonetti, superata quota 45%

Ora, però, comincia l’anno decisivo per il nuovo sistema di raccolta nella città dei fiori. Entro fine 2017, infatti, la quota di differenziata dovrà crescere di 20 punti percentuali e raggiungere il 65%, sempre per evitare sanzioni dall’Unione Europea.

Siamo alla stretta finale per l’adozione del ‘porta a porta’ in tutta la città a Sanremo. Amaie Energia sta concludendo la consegna dei kit per il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti, partito nel mese di giugno con le zone di Poggio e Bussana, ed esteso a tutta la città nel secondo semestre del 2016.

C’è stato solo un ritardo nella zona del Borgo, ma la consegna dei kit, anche nelle zone di San Martino e Baragallo è praticamente terminata. Nei prossimi 10 giorni verrà eseguito un massiccio intervento per la rimozione dei cassonetti, ad eccezione del quartiere del Borgo, dove verrà attuato solo dopo il Festival, a metà febbraio, con l’introduzione dei cassonetti condominiali.

In questi giorni la partecipata del comune matuziano sta dando una accelerata importante all’introduzione del sistema di raccolta ‘porta a porta’ in tutta la città che, tra l’altro, incomincia a dare i primi frutti. Anche se non ci sono conferme ufficiali, visto che i dati verranno divulgati solo nei prossimi giorni, sembra che sia stata finalmente superata la soglia del 45% della differenziata, un traguardo fondamentale per evitare sanzioni.

Ora, però, comincia l’anno decisivo per il nuovo sistema di raccolta nella città dei fiori. Entro fine 2017, infatti, la quota di differenziata dovrà crescere di 20 punti percentuali e raggiungere il 65%, sempre per evitare sanzioni dall’Unione Europea. Il lavoro di Amaie Energia prosegue anche nel know-how, visto che è previsto l’arrivo di esperti del settore, per dare la sferzata definitiva.

Con la rimozione dei cassonetti del Borgo, fissata per febbraio, tutta la città sarà assoggettata al ‘porta a porta’ e, oltre ad Amaie Energia, spetterà anche ai cittadini far crescere il proprio senso civico, in modo da conferire i rifiuti nel modo previsto. I primi 15 giorni di gennaio, secondo indiscrezioni trapelate dall’Amaie, avrebbero evidenziato una buona crescita della percentuale differenziata.

Un dato che fa ben sperare per il futuro del ‘porta a porta’ matuziano, partito un po’ in sordina ma che, pian piano sta crescendo. Come era stato sottolineato all’inizio di questa ‘avventura’, anche i cittadini devono abituarsi al nuovo modo di conferire i rifiuti e questo sta accadendo. Nel 2017 ci vorrà grande volontà per raggiungere l’obiettivo prefissato.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore