/ POLITICA

POLITICA | 17 gennaio 2017, 07:14

Taggia: la Idroedil porta avanti il progetto Collette Ozotto con la ‘Waste Management’ e l’ok del Comune a un nuovo fabbricato di 750 metri quadrati

Previste anche 13 nuove assunzioni. La nuova struttura sorgerà nello spiazzo della pesa.

Taggia: la Idroedil porta avanti il progetto Collette Ozotto con la ‘Waste Management’ e l’ok del Comune a un nuovo fabbricato di 750 metri quadrati

Il Consiglio Comunale di fine anno ha portato buone novelle per la Idroedil, la società che si occupa della gestione della discarica di Collette Ozotto. È arrivato l’ok per il nuovo fabbricato da circa 750 metri quadrati che l’azienda ha chiesto di poter costruire nella zona della pesa, lo spiazzo vicino alla strada che porta allo svincolo dell’autostrada.

La società facente capo a Sergio Tommasini ha di recente dato vita alla ‘Idroedil Waste Management’, la società che, per Idroedil, si occuperà di gestione di impianti complessi. Come, per esempio, quello di Collette Ozotto. Tutto, ovviamente, continuerà a fare capo alla Idroedil. Il nuovo progetto prevede anche l’assunzione di 13 persone per lo sviluppo dell’area, oltre alla riqualificazione della zona nella quale sorgerà il fabbricato una volta che avrà ultimato l’iter burocratico. Il prossimo passo sarà la conferenza dei servizi.

La ‘Waste Management’, è nata ufficialmente lo scorso anno e porterà avanti anche progetti esteri della Idroedil che manterrà il ruolo apicale nella pianificazione e nel finanziamento. Nel plan anche lo sviluppo di Collette Ozotto e, come detto, il progetto della costruzione di un fabbricato da adibire ad uffici nella zona della pesa ai piedi della collina. La richiesta del permesso di costruire è stata presentata al Comune di Taggia dallo stesso Sergio Tommasini e da Barbara Ghilardi.

Ora non resta che attendere il “sì” anche da parte della conferenza dei servizi, per poi dare il via al progetto di ampliamento della Idroedil con la riqualificazione della zona della pesa. E, cosa non di poco conto, anche con l’assunzione di nuovo personale.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium