/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | martedì 13 dicembre 2016, 16:49

Maltempo e frane in Valle Arroscia: a giorni lo 'Stato di Emergenza', stasera riunione per i proprietari di Monesi

L'incontro si svolgerà a Pieve di Teco mentre a Rezzo si continua a lavorare sulla frana di frazione Lavina. Ad Armo si transita sulla strada per raggiungere il paese dove però non può passare il bus della Rt.

Sono trascorse quasi 3 settimane da quel 24 novembre in cui la Valle Arroscia è stata messa in ginocchio dalla forte ondata di maltempo, seguita da numerose frane alcune delle quali di grave entità. Ed ancora oggi, complice la crisi di Governo che è sopraggiunta, non è ancora stato dichiarato lo ‘Stato di Emergenza’, che sbloccherebbe i contributi per i lavori.

Le classiche voci di corridoio, che per ora rimangono però tali, parlano di un sblocco della situazione entro la fine della settimana. Il Governo appena insediatosi, infatti, potrebbe finalmente decidere di decretare lo stato emergenziale per le zone colpite dalle frane, dove comunque si sta lavorando ugualmente per ricominciare la normale vita di tutti i giorni. Il bel tempo ed il freddo che è seguito al maltempo ha fatto sicuramente bene al terreno, che si è consolidato dopo gli smottamenti ed i lavori sono stati comunque pianificati dalle Amministrazioni locali, nonostante le casse siano vuote in attesa dei contributi statali.

A Rezzo, ad esempio, proseguono i lavori sulla frana che ha distrutto un’abitazione, rendendone inagibili altre nella zona del ‘Borghetto’, sotto lo smottamento. Sono sempre 10 gli sfollati che non potranno rientrare a casa prima della messa in sicurezza totale dello smottamento. La Giunta guidata dal Sindaco Renato Adorno ha approvato le spese per le somme urgenze ma, come tutti i piccoli centri colpiti dal maltempo è in attesa di buone notizie da Roma per i finanziamenti.

Situazione analoga ad Armo, dove la strada per raggiungere il paese è aperta anche se non possono transitare i bus della Rt, in quanto la Provincia non ha autorizzato il passaggio per ragioni di sicurezza, in relazione alla frana sotto Moano. Il Sindaco Roberto Macciò, insieme alla sua Amministrazione, sta preparando le schede di valutazione dei danni e delle somme urgenze per far partire i lavori.

Intanto, questa sera a Pieve di Teco è stata organizzata una riunione tra alcuni Sindaci della Valle, tra cui i primi cittadini di Pieve (Alessandri) e Mendatica (Pelassa) ed i cittadini colpiti dai danni. In particolare saranno presenti i proprietari degli appartamenti di Monesi, la località più colpita dalle frane causate dalle forti precipitazioni. Saranno presenti anche alcuni tecnici che faranno una ‘fotografia’ della situazione.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore