/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Per disabili e anziani. lo scooter ha 6 mesi con batterie nuove visibile a firenze

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | domenica 11 dicembre 2016, 08:08

Uno studente sanremese dietro al progetto “Do it in Nice”, un blog per promuovere lo shopping in Costa Azzurra

Insieme ad altri ragazzi dell’Università di Nizza sta elaborando un portale per andare alla scoperta di boutiques uniche e originali

Si chiama Mario Hamzaj, ha 22 anni, è di Sanremo e studia Lingue Straniere Applicate all’Università di Nizza “Sophia-Antipolis”.
Come molti suoi compagni di corso in questo periodo è impegnato in progetti che vedono le materie di studio applicate alla realtà lavorativa di tutti i giorni. E Mario, insieme ai suoi compagni Morgan Ballouk, Anastasia Strukova e Alina Horhul sta realizzando un progetto per promuovere lo shopping in Costa Azzurra. Un portale per andare alla scoperta di boutiques uniche e originali.

Mario Hamzaj e i suoi compagni hanno creato il blog “Do it in Nice”, un nome semplice per un obiettivo chiaro e ben strutturato. Lo definiscono “una nuova esperienza di shopping sulla Costa Azzurra”.
Incamminatevi in questo percorso alla scoperta delle boutiques uniche ed atipiche – aggiungono – lasciatevi trasportare nel centro storico di Nizza e non solo, da un'esperienza di shopping indimenticabile”.

L’idea del progetto accademico è quella di mettere in relazione diversi negozi artigianali che si distinguono per il loro savoir-faire e creatività nella quale i turisti si perderanno piacevolmente.
In un contesto di studi di lingue straniere, questo blog multilingue offre una possibilità ai turisti di scoprire queste botteghe affascinanti nascoste nella città di Nizza e dintorni grazie ad una rubrica in francese così come in inglese, russo ed italiano” spiegano i creatori di “Do it in Nice”.

Un progetto accademico che, nell’intenzione di Mario, Morgan, Anastasia e Alina, potrà anche varcare i confini della città di Nizza per espandersi anche al Principato di Monaco e, perché no, in Italia. 

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore