/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Porto Maurizio Borgo Marina Imperia Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Condizioni perfette diesel intergrale colore grigio scuro

J300 S.E. ABS immatricolato 09/2016 versione Limited Edition colori Kawasaki verde/nero km. 12.807 tutti effettuati...

Porto Maurizio Borgo Marina Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | martedì 15 novembre 2016, 18:31

Ventimiglia: Ioculano e Sciandra a colloquio con il 'Mise' per il Parco Roja, obiettivo accelerare i tempi e cercare investitori internazionali

“Abbiamo incontrato i funzionari del Ministero – spiega il primo cittadino – per discutere dell'area e per capire a che punto si trova il 'nulla osta'. Ci hanno assicurato che contatteranno il Ministero dell'Ambiente e che, successivamente, prepareranno un documento di presentazione dell'area per capire se ci sono investitori internazionali interessati."

Si è svolto questo pomeriggio a Roma un incontro tra il Sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano, il vice Sindaco Silvia Sciandra ed alcuni funzionari del Ministero dello Sviluppo Economico per discutere della riconversione del Parco Roja a Ventimiglia e del Sou, ovvero lo Schema di Organizzazione Urbanistiche, lo strumento più idoneo a regolare l'attuazione delle trasformazioni previste dal programma per la riconversione ad uso commerciale, produttivo ed urbano.

“Abbiamo incontrato i funzionari del Ministero – spiega il primo cittadino – per discutere dell'area e per capire a che punto si trova il 'nulla osta'. Ci hanno assicurato che contatteranno il Ministero dell'Ambiente e che, successivamente, prepareranno un documento di presentazione dell'area per capire se ci sono investitori internazionali interessati. L'incontro di oggi ha avuto una duplice funzione: quella di verificare lo stato delle cose con i soggetti coinvolti e accelerare i tempi, allo stesso tempo quello di far sì che si potesse sondare il terreno rispetto all'esistenza di soggetti stranieri attirati da investimenti su quest'area.”

Obiettivo dello schema redatto dall'Ufficio tecnico comunale, presentato al Ministero dello Sviluppo Economico è stato, da un parte lo sviluppo economico della città e la sua migliore organizzazione funzionale, dall'altra la tutela degli interessi pubblici, ambientali archeologici e culturali.  

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore