/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Porto Maurizio Borgo Marina Imperia Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Condizioni perfette diesel intergrale colore grigio scuro

J300 S.E. ABS immatricolato 09/2016 versione Limited Edition colori Kawasaki verde/nero km. 12.807 tutti effettuati...

Porto Maurizio Borgo Marina Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | sabato 22 ottobre 2016, 10:52

Imperia: sarà l'assemblea degli iscritti al M5S a valutare l'operato di Cara Glorio. Ma se la Consigliera non vorrà dimettersi, rimarrà in Consiglio Comunale

Sarà la prossima assemblea che si terrà venerdì a valutare l'operato di Cara Glorio, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle al centro dell'incontro che si è tenuto ieri sera alla biblioteca Lagorio

Sarà la prossima assemblea che si terrà venerdì a valutare l'operato di Cara Glorio, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle al centro dell'incontro che si è tenuto ieri sera alla biblioteca Lagorio, tra gli iscritti che invocano la presenza di un portavoce M5S in Consiglio Comunale dopo l'espulsione di Antonio Russo dal Movimento e le continue assenze della Glorio.

Durante il dibattito, durato circa due ore, gli attivisti hanno cercato di porre le basi per il Movimento del futuro, consapevoli però che se Cara Glorio decidesse di non dimettersi nessun altro potrebbe subentrare al suo posto in Consiglio.

In caso di dimissioni sarebbe pronto Leonardo Zadro che ieri ha dato la propria disponibilità. Tuttavia gli iscritti starebbero valutando un possibile conflitto dovuto al fatto che Zadro è sposato con una dipendente comunale. Dopo di lui ci sarebbe Paolo De Mare che è però consigliere ad Aquila d'Arroscia.

All'assemblea era presente anche l'ex capogruppo Antonio Russo, che non fa più parte del Movimento 5 Stelle e che ha presenziato come libero cittadino. All'incontro erano presenti circa trenta attivisti.

"Abbiamo tentato di fare questa riunione - ha commentato al termine Paolo De Mare - per cercare innanzitutto di contarci, per vedere quanti siamo e qual è realmente la nostra forza. Dopodiché cercare di ricreare quel gruppo che ci ha portato dei successi alle elezioni e ad avere anche due consiglieri in Comune. Sapevamo di trovare delle resistenze, specie in quelle persone che si sono lamentate di come sono state trattate al momento del concepimento delle liste, delle scelte che sono state fatte, però d'altronde un gruppo che doveva decidere su chi doveva partecipare alla lista ci doveva essere. Se non piacevano questi due signori, pazienza. Anche io ho avuto le mie cose da dire e le ho dette, poi, come ho detto io volevo superare queste cose.


Doveva iniziare questa sera quello che è il Movimento. Tutto quello che era successo prima, le diaspore, le liti interne, non ci devono interessar più. Cerchiamo le forze buone e volenterose che hanno voglia di portare avanti il Movimento 5 Stelle a Imperia, perché da alcune persone che ho contattato, c'è questa voglia dei cittadini di Imperia di avere un Movimento 5 Stelle che funzioni e che ci sia un rappresentante che porti avanti le loro istanze in Comune, che al momento non abbiamo, perché abbiamo un Consigliere che è stato espulso, Antonio Russo, e un'altra Consigliera, Cara Glorio, che è praticamente latitante e non si presenta mai ai Consigli Comunali, non si presenta alle Commissioni, in più quelle poche istanze che ha presentato le ha presentate sbagliate, con errori grammaticali, addirittura sbagliando il Comune di destinazione, anziché il Comune di Imperia, il Comune di La Spezia, che faceva vedere che era un'istanza copiata e presentata, e poi, ancora più grave, presentate e firmate da amici suoi, che non hanno niente a che vedere con il Consiglio Comunale. Comunque tutto sommato mi è sembrata abbastanza buona la riunione. Ho visto che c'erano facce nuove, delle persone che hanno voglia di ricreare il gruppo, quindi secondo me siamo sulla buona strada, siamo solo all'inizio ma sono fiducioso e ottimista".

Se Cara Glorio non si dimetterà, che potere avete per sostituirla in Consiglio Comunale?

"L'unico potere che abbiamo è agire sulla sua coscienza, perché non abbiamo strumenti. In realtà possiamo votare anche la non riconferma, come cittadini e come Movimento 5 Stelle, ma se lei non vuole dimettersi, le leggi del nostro Stato le consentono di non dimettersi. Speriamo nel suo buonsenso perché se viene sfiduciata dalla base si spera che si dimetta, poi può fare come Russo e non dimettersi".

La prossima mossa?

"La prossima mossa sarà quella di fare una riunione dove chiederemo la riconferma di Cara Glorio, e quindi, in base a come andrà la votazione, se verrà riconfermata le chiederemo di adempiere ai suoi doveri. Se non verrà riconfermata cercheremo di fare pressioni più in alto, per trovare qualcuno più in alto, prima a livello regionale, poi nazionale, anche se sarà molto difficile. Speriamo nel buonsenso di Cara Glorio".

Avete mai provato un'istanza al responsabile dei rapporti con i movimenti locali, Luigi Di Maio?

"Abbiamo provato a scrivergli, ma è molto oberato di lavoro ultimamente. Ha tanti problemi, non era il periodo giusto con le elezioni a Roma".

Se Cara Glorio dovesse dimettersi chi entrerebbe?

"Entrerebbe Leonardo Zadro, il primo dei non eletti. In caso di sua rinuncia subentrerei io, ma non credo che lui rinunci. Sua moglie è dipendente del Comune di Imperia e pare che nel nostro regolamento ci sia una norma che dice che se uno ha un parente stretto in Comune, non può essere candidato. Verifichiamo se questa norma c'è nel regolamento".

Per quanto riguarda il Consigliere Russo?

"E' stato espulso dal Movimento, non penso si voglia dimettere. In teoria con la sentenza che riguardava gli espulsi dal Movimento che hanno fatto ricorso al Tar, pare ci sia una sentenza che gli consentirebbe di ottenere l'assunzione all'interno del Movimento. Di più non so, ma non credo che lui voglia tornare all'interno del Movimento per come l'hanno trattato".

Può ripartire da qui il Movimento 5 Stelle in vista delle elezioni che potrebbero esserci anche il prossimo anno? Alice Salvatore dovrà ascoltarvi?

"La base è questa. La nostra è una struttura orizzontale. Noi siamo il Movimento 5 Stelle di Imperia. I portavoce ci possono supportare a livello regionale, nazionale, ma in realtà in Comune andiamo noi, non loro.  Fisicamente abbiamo bisogno di un Consigliere Comunale che porti le istanze".

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore