/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. saranno disponibili a partire dal 70° giorno (intorno al 20...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | mercoledì 14 settembre 2016, 11:43

Taggia: unioni civili, numerose richieste informative ma ancora nessuna celebrazione

L'amministrazione sta vagliando alcune opzioni di natura gestionale.

Sono già numerose le richieste di informazioni arrivate a Taggia per quanto riguarda le unioni civili. Sono molte le persone che hanno telefonato in comune per sapere che cos’è cambiato con l’introduzione della legge Cirinnà. Al momento tra le numerose telefonate, solo una coppia sembrava più propensa delle altre a formalizzare la propria unione.

Si tratta di una coppia omosessuale che ha chiesto di potersi unire però in maniera strettamente riservata, quindi lontano da fotografi e giornalisti. Una richiesta legittima, nata sulla scorta di quanto successo a Sanremo. 

Il Comune di Taggia si sta attrezzando per far fronte a queste eventualità. Gli uffici sono già pronti alla formalizzazione dell’atto, quindi con il registro apposito e la lettura degli articoli ad hoc del codice ma ci sono ancora alcune formalità da decidere. L’amministrazione infatti non si è ancora espressa sulla sede da concedere per questi atti e sul protocollo da attuare. 

Infatti, c’è chi potrebbe voler porre una semplice firma in un ufficio ma potrebbe esserci anche chi gradirebbe una sorta di cerimonia officiata dal sindaco o da altro ufficiale preposto, così come avvenuto a Sanremo. L’argomento sarà trattato in questi giorni anche se la linea amministrativa potrebbe essere quella di non fare differenze tra il rito civile e l’unione civile. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore