/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | lunedì 13 giugno 2016, 17:03

Imperia: da un incontro con le autorità ha preso il via l'azione delll'Oleoteca Regionale della Liguria

Il presidente Rinaldi ha poi concluso: “Ora parte il lavoro, ora parte la campagna abbonamenti per l'Oleoteca e sono certo che con tutto questo supporto riusciremo ad ottenere grandi risultati”.

Imperia: da un incontro con le autorità ha preso il via l'azione delll'Oleoteca Regionale della Liguria

L'Oleoteca Regionale della Liguria ha inaugurato ufficialmente questa mattina, 13 giugno, il suo cammino nell'intento di porsi come trampolino di lancio per lo sviluppo, la crescita e la promozione del territorio e dei suoi prodotti.

Il Presidente dell'Oleoteca Pierluigi Rinaldi ha aperto l'incontro spiegando il significato del titolo dell'incontro: “Colori, profumi e sapori. Da 0 a 2000 in meno di un'ora”. “Il nostro è l'unico territorio che ci permette di passare dal mare alla montagna in pochissimo tempo e lo vogliamo valorizzare come merita. Non diciamo niente di nuovo, già negli anni '60 abbiamo testimonianze di manifesti pubblicitari di Monesi che hanno come slogan la scritta 'Sulle piste in meno di un'ora'. Il nostro desiderio più grande resta però quello di agganciarci ad un altro potenziale patrimonio dell'Unesco, le Alpi del Mare, e da lì poter letteralmente spiccare il volo mantenendo come filo conduttore del progetto tutte le bellezze del nostro territorio, ma anche la nostra dieta Mediterranea”.

Luciano Pasquale, Presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria ha poi dato il via all'incontro inaugurale dell'Oleoteca Regionale della Liguria dichiarando: “Continueremo a dare un supporto e a sostenere le iniziative come questa che valorizzano, non solo il territorio, ma soprattutto i prodotti. Abbiamo alcune potenzialità significative di cui l'olio è sicuramente la più importante e su queste potenzialità dobbiamo puntare. Noi dobbiamo diventare coloro che, dell'olio, ne sanno più di tutti”.

Si sono susseguiti poi i saluti iniziali da parte di Maria Teresa Parodi, in rappresentanza del Comune di Imperia, Fabio Natta, Presidente della Provincia di Imperia, l'assessore regionale Marco Scajola, il consigliere regionale Alessandro Piana, Enrico Lupi Presidente Associazione Nazionale Città dell'Olio.

Si è entrati poi nel vivo dell'incontro con il primo relatore, l'assessore regionale Stefano Mai:Questa è una tappa, non un arrivo, da oggi iniziamo a costruire qualcosa di diverso. L'Oleoteca è un passaggio fondamentale di cui la Liguria ha bisogno, non dobbiamo temere le altre regioni perché noi siamo bravi a produrre. Forse è mancato un po' di gioco di squadra, ma ora, proprio grazie a questo nuovo ente, colmiamo le lacune e siamo pronti. Per la Regione l'Oleoteca sarà un ottimo interlocutore per capire la strategia migliore per far lavorare le aziende, incrementarle e sviluppare il nostro oro, l'olio. In ultimo vorrei parlare della comunicazione con il consumatore: in un periodo difficile come questo è fondamentale e c'è un grande lavoro da fare. Deve cambiare la mentalità e occorre capire il grande beneficio che apporteremmo al nostro territorio proponendo nel mondo i nostri prodotti. Siamo una squadra, lavoriamo insieme e al centro mettiamo il territorio e il suo recupero”.

Renata Briano, europarlamentare, ha poi aggiunto: “Nel mio lavoro cerco di unire l'Europa al territorio e il territorio all'Europa. Ecco allora che questa inaugurazione riassume ciò che intendo io per valorizzazione del territorio, segnando anche la strada da seguire per crescere. La nostra Regione è fatta, per la stragrande maggioranza, da piccole imprese e proprio loro vanno sostenute e protette”.

Dobbiamo confrontarci col mondo, anche e soprattutto nel mondo agroalimentare - ha dichiarato l'europarlamentare Alberto Cirio Noi abbiamo un prodotto di assoluta eccellenza, non dobbiamo temere nessuno. L'importante è che la qualità venga sempre apprezzata facendo squadra tra territorio omogenei, non importano i confini amministrativi”.

Sonia Viale, vice presidente della Regione Liguria, ha poi ringraziato il Presidente Rinaldi: “Il presidente Rinaldi non è ligure, ma vuole fare sistema, ci unisce tutti per difendere e sviluppare il nostro territorio. Ci ha fatto vedere come siamo costretti a lavorare: siamo un po' un cuscinetto tra le decisioni prese a Roma e quello che dice Bruxelles. È difficile lavorare così, la nostra Regione ha bisogno di sentirsi protagonista, portatrice di un'eccellenza unica al mondo, ma da sola non ce la fa. Siamo capaci a farci valere, ma dobbiamo sostenerci. L'Oleoteca Regionale è importante, siamo una squadra, noi ci siamo”.

A chiudere l'incontro è stata poi la senatrice Donatella Albano: “Ricordo quando mi è stato proposto il progetto dell'Oleoteca Regionale: oggi siamo qui ed è un motivo d'orgoglio per tutti noi. Questo nuovo ente è uno spazio culturale e promozionale che abbraccerà la straordinaria varietà dei nostri prodotti. La Liguria è una regione lunga e stretta, la nostra provincia è piccola è vero, ma tutti dobbiamo imparare ad avere la cultura del nostro territorio e dei nostri prodotti”.

Successivamente, alla fine dell'incontro, sono state distribuite le tessere onorarie a tutti i soci fondatori dell'Oleoteca come simbolo di inizio di un percorso di valorizzazione e promozione del territorio e del suo prezioso “oro giallo”. Il presidente Rinaldi ha poi concluso: “Ora parte il lavoro, ora parte la campagna abbonamenti per l'Oleoteca e sono certo che con tutto questo supporto riusciremo ad ottenere grandi risultati”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore