/ Politica

In Breve

domenica 25 agosto
sabato 24 agosto
venerdì 23 agosto

Politica | 26 maggio 2016, 17:48

Sindaco e consiglieri del PD si auto-sospendono a Ventimiglia: i commenti 'nazionali' da Calderoli, Marin e Gasparri

Anche la politica nazionale ha parlato del 'caso' della città di confine e del problema migranti.

Sindaco e consiglieri del PD si auto-sospendono a Ventimiglia: i commenti 'nazionali' da Calderoli, Marin e Gasparri

"Le bugie di Renzi e dei suoi ministri, a cominciare da Alfano, ormai hanno le gambe sempre più corte e vengono sbugiardate dalla realtà. Due giorni fa il premier, parlando di immigrazione, annuncia che i flussi e gli sbarchi sono calati e oggi, giusto per smentirlo in sole 48 ore, i principali quotidiani titolano ne arrivano 2000 al giorno".

Lo afferma Roberto Calderoli, vice Presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord che ne ha anche per Alfano: "Il ministro, poche settimane fa, chiude trionfalmente il centro profughi di Ventimiglia annunciando pubblicamente che l'emergenza al confine francese è cessata e oggi il sindaco del Pd e tutti gli 11 consiglieri di maggioranza del Pd si autosospendono dal partito perchè, accusano, Renzi e il suo Governo li hanno abbandonati a gestire un'emergenza che è sempre la stessa, con centinaia di immigrati accampati in giro per la città. Renzi - prosegue Calderoli - i problemi al posto che risolverli preferisce nasconderli, come la polvere sotto il tappeto, attraverso sparate elettorali e annunci trionfalistici ripresi dalla stampa schierata e se qualcuno osa dire il contrario, facendo semplicemente notare che si tratta di balle e che le cose stanno diversamente, è pronta la purga come per Porro o Belpietro. Ma il regime politico e mediatico renziano - sottolinea - non può cancellare la realta' che alla fine viene a galla: ieri l'Istat ha certificato il crollo del nostro fatturato industriale (-3,6% in un anno e ai minimi storici dal 2013) anche se poi il presidente degli industriali inspiegabilmente tesse elogi sperticati per il Governo; ieri Firenze è sprofondata dentro una voragine di vergogna per l'incuria e la cattiva amministrazione, e oggi un sindaco e i suoi consiglieri si autosospendono dal Pd perchè loro a Ventimiglia devono confrontarsi ogni giorno con la realtà, quella vera, dove gli sbarchi continuano, dove gli immigrati affollano le strutture al collasso e bivaccano sulle panchine. Poi, ovviamente, nel Paese di Collodi in cui Renzi vuol farci vivere - conclude - queste sono menzogne dei soliti 'gufi', mica la verità sotto gli occhi di tutti...".

"La decisione del Sindaco di Ventimiglia e di 11 consiglieri del Pd di autosospendersi dal partito per l'inerzia del governo sul fronte immigrazione è la conferma di quello che sosteniamo da tempo. Le nostre città si stanno trasformando in grandi parcheggi della disperazione, dove i migranti clandestini, quelli che non hanno diritto di rimanere in Italia, vivono senza casa e senza lavoro". Lo dichiara il senatore di Forza Italia Marco Marin. "Il premier abusivo, che ha fatto della retorica del sindaco-decisionista il suo cavallo di battaglia, è talmente arroccato nel Palazzo da non ascoltare più neanche gli amministratori locali del suo stesso partito. Ventimiglia è solo l'ultima dimostrazione lampante di come Renzi non abbia saputo gestire l'ondata migratoria che ha colpito il nostro Paese. D'altronde lui, invece di pensare a risolvere i problemi, è tutto impegnato nella campagna referendaria che ha voluto trasformare in un referendum su se stesso. Tutto questo contribuisce a rinforzare il convincimento già radicato negli italiani: la stagione delle chiacchiere e delle false promesse del premier abusivo va chiusa il prima possibile".

"Due anni a Palazzo Chigi, un bilancio di disastri per Renzi. La produzione industriale crolla, gli argini dell'Arno precipitano, gli immigrati ci invadono. Il governo italiano contribuisce ad arricchire gli scafisti mentre non si contano più le tragedie nel Mediterraneo. Ancora oggi un altro naufragio e altre morti". Lo dichiara il Sen. Maurizio Gasparri (Fi). "Perfino il sindaco di Ventimiglia - sostiene Gasparri - si è autosospeso dal Pd per protestare, come i 'cattivi' austriaci, contro l'incapacità di Renzi di risolvere il problema immigrazione. Inquadrata poi meglio, la vicenda del lungarno appare tutt'altro che una disgrazia, ma risulta conseguenza dell'incuria di chi prometteva un'Italia sicura. Renzi e i suoi vandali stanno realizzando una vera e propria invasione barbarica dell'Italia. Cacciarli e' un dovere civico. Ci riempiono di macerie, di disoccupazione, di clandestini".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium