/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Da vivere senza spese energetiche. In area vista mare, ben collegata con Roma e Civitavecchia, tutti i servizi...

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | martedì 28 gennaio 2014, 10:03

Claudia Pandolfi giovedì al Teatro del Casinò di Sanremo: in scena con Francesco Montanari nel thriller 'Parole incatenate'

La pièce, vincitrice del XX Premio Born de Teatre 1996/ Premio de la crítica Serra d’Or, chiude la stagione teatrale “Il rosso e il nero”, curata per il terzo anno dalla Cooperativa CMC con il sostegno di Casinò di Sanremo e Comune di Sanremo.

Grande attesa giovedì alle 21, al Teatro del Casinò di Sanremo per Claudia Pandolfi, nome legato all’universo della televisione e del cinema che si concede generosamente anche al teatro. L’attrice romana, insieme a Francesco Montanari,  sarà protagonista del thriller 'Parole incatenate', firmato dallo spagnolo Jordi Galceran.

La pièce, vincitrice del XX Premio Born de Teatre 1996/ Premio de la crítica Serra d’Or, chiude la stagione teatrale “Il rosso e il nero”, curata per il terzo anno dalla Cooperativa CMC con il sostegno di Casinò di Sanremo e Comune di Sanremo. La storia si sviluppa all’interno di un cinema abbandonato, fatiscente, isolato dal mondo all'apparenza. Uscite di sicurezza sbarrate da tavole di legno inchiodate. Nella penombra una giovane donna, Laura, seduta al centro della platea di quell'ex sala cinematografica. Davanti a lei, gigantesco, campeggia il primissimo piano del volto di un uomo, proiettato sul vecchio schermo strappato e sporco di muffa.

L'uomo parla davanti a sé, ancora sudato e affannato per l'omicidio che dice di aver appena commesso. Confessa di essere un serial killer e di aver già ucciso diciassette persone: una al mese, tutte scelte a caso. La giovane donna, legata e imbavagliata, assiste inerte all'inquietante proiezione finché non si riaccendono le luci e quello stesso uomo, serafico e sorridente, appare accanto a lei. L'uomo ha sequestrato la ragazza e la costringe ad un inquietante gioco di parole e sillabe da 'incatenare' tra loro. Con la sua perfetta strutturazione, i suoi tocchi di crudeltà e il suo convulso susseguirsi di colpi di scena, "Parole incatenate" non è solo un thriller ma una storia profonda e complessa, un duello senza esclusioni di colpi, in cui verità e finzione, desideri e bugie parlano della parte oscura e torbida che è in ciascuno di noi.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore