CRONACA | mercoledì 01 ottobre 2014 22:15

Ricerca

CRONACA | mercoledì 31 luglio 2013, 22:50

Imprenditore suicida a Ventimiglia: 57 enne si spara in casa, dietro il gesto l’ombra della crisi

Condividi |  

Si è sparato alla testa, nei pressi del terrazzo del quarto piano dell’abitazione, in via Eugenio Montale, ponendo fine alla sua esistenza l’imprenditore frontaliero, Rodolfo Borfiga, di 57 anni. Non sono stati trovati biglietti ma sembra confermo che il gesto sia stato compiuto per problemi economici.

Un colpo mortale con arma da fuoco, intorno alle 18.30, che rompe il silenzio del popoloso quartiere di Roverino a Ventimiglia. Si è sparato alla testa, nei pressi del terrazzo del quarto piano dell’abitazione, in via Eugenio Montale,  ponendo fine alla sua esistenza l’imprenditore frontaliero, Rodolfo Borfiga, di 57 anni. 

A dare l’allarme i vicini che hanno sentito il forte boato. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 ed un’ambulanza, ma per lui non c’era più nulla da fare. Nell’appartamento dell’uomo sono presenti gli agenti della Scientifica e del Commissariato di Polizia che stanno svolgendo indagini sulla vicenda.

Gli inquirenti sono alla ricerca di indizi, biglietti o elementi, che possano dare indicazioni sul motivo del gesto, ma non si esclude che, insieme a questioni di natura personale, possano esservi ragioni riguardanti difficoltà economiche. Se però la crisi sia stata la molla che ha portato l'uomo a farla finita potranno dirlo solo ulteriori accertamenti.

Aggiornamento delle 10.30: non sono stati trovati biglietti ma sembra confermo che il gesto sia stato compiuto per problemi economici.

 

Renato Agalliu

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore