/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | 18 febbraio 2013, 22:11

Verrà celebrata giovedì anche a Taggia la 24a ‘Giornata Internazionale della Guida’

‘Taggia di pietra e di stucchi’ è il titolo scelto per l’evento che si terrà nell'imperiese.

Verrà celebrata giovedì anche a Taggia la 24a ‘Giornata Internazionale della Guida’

Si celebrerà gioverdì la 24a ‘Giornata Internazionale della Guida’ (istituita dalla World Federation of Tourist Guide Associations e promossa in Italia dall'Associazione Nazionale Guide Turistiche) che ha come obiettivo principale quello di valorizzare la professionalità delle guide turistiche abilitate, quotidianamente impegnate a presentare a visitatori di tutto il mondo il ricco patrimonio del nostro territorio. L’evento ha come obbiettivo anche quello si sensibilizzare il pubblico verso la qualità dei servizi: è diritto del consumatore esigere che le visite guidate siano curate da una guida abilitata per un determinato territorio, una persona che conosce quel luogo, lo apprezza e lo racconta col giusto accento, senza stereotipi o luoghi comuni.

Anche quest’anno l’Associazione Guide Turistiche della Liguria aderisce alla Giornata Internazionale della Guida Turistica con un programma che ha come filo conduttore l’incentivo alla scoperta di tesori meno conosciuti della nostra Regione e la promozione di raccolte di fondi per il restauro di beni artistici.

‘Taggia di pietra e di stucchi’ è il titolo scelto per l’evento che si terrà nell'imperiese. Due itinerari diversi mostreranno ai partecipanti il variegato patrimonio artistico del borgo: dalle fabbriche in pietra ascrivibili al 10°-15° secolo (il monumentale Ponte Antico, il complesso benedettino di Santa Maria del Canneto, l'acropoli del borgo, le porte, le mura, i bastioni e i portali) fino alla monumentalità dei volumi e al fasto degli stucchi del 17° secolo (Parrocchia dei S. S. Giacomo e Filippo, Oratorio dei Rossi, Oratorio dei Bianchi). All'interno degli edifici religiosi che visiteremo, si potranno apprezzare dipinti di Giovanni e Luca Cambiaso, Francesco Brea e Domenico Piola; sculture e bassorilievi di Salvatore Revelli, tra cui la nota statua della Vergine al centro della devozione locale ed infine, per citare solo una curiosità, il magnifico Crocifisso in avorio dell'Oratorio della SS. Trinità. I due itinerari si concentreranno in maniera diversa e rispettivamente più approfondita su alcune tradizioni locali particolarmente radicate. L'itinerario mattutino spiegherà l'antica venerazione per il Crocifisso ligneo del 15° secolo conservato nell'oratorio dei Bianchi, la tradizione del Biscotto Pasquale e la nascita del culto della Madonna Miracolosa (oggi patrona del Comune).L'itinerario pomeridiano racconterà, nei luoghi stessi dove hanno avuto origine, le leggende legate alle due feste popolari più famose e frequentate della provincia di Imperia: San Benedetto Revelli e “la Maddalena”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium