/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Porto Maurizio Borgo Marina Imperia Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Condizioni perfette diesel intergrale colore grigio scuro

J300 S.E. ABS immatricolato 09/2016 versione Limited Edition colori Kawasaki verde/nero km. 12.807 tutti effettuati...

Porto Maurizio Borgo Marina Fronte Mare bellissimo trilocale completamente ristrutturato e arredato, con aria...

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | giovedì 31 gennaio 2013, 14:51

Dopo la mareggiata ed i controlli sul gasolio a Portosole molti comandanti vorrebbero boicottare Sanremo. In un video del 24 gennaio la furia del mare

In un video il drammatico momento della mareggiata quando un'onda ha travolto un marittimo portandolo in acqua insieme ad una barca. La denuncia di un operatore nautico di un'agenzia che opera nello scalo matuziano.

"Dopo l’ennesima mareggiata la mia agenzia ha  avuto già una disdetta e un  nostro cliente, con una barca da 35 metri, è partito questa mattina, anche perché le previsioni meteo mare per il fine settimana sono nuovamente brutte". E' Riccardo Ciani, dell'agenzia MED Yacht Service Srl di Sanremo, a prendere parola a distanza di qualche giorno dal piccolo trambusto mediatico scatenatosi intorno a Portosole. Prima c'era stata la mareggiata, lo scorso 24 gennaio e dopo alcuni giorni i controlli ad hoc della Guardia di Finanza sui rifornimenti fatti da alcuni yacht ormeggiati nell'approdo matuziano. 

"Su facebook , che è ormai  diventato il sistema di comunicazione maggiormente usato tra i marittimi, questo video ha riscosso molto 'successo' e innumerevoli sono stati  i commenti negativi sulla sicurezza di Portosole e sulla lentezza nel risolvere i problemi da parte delle varie società o enti predisposte a farlo" - denuncia Ciani.

Il video in questione è stato pubblicato da un marittimo lo scorso 29 gennaio, le riprese sono quelle di una telecamere di sicurezza di una delle tante barche ormeggiate. Nelle riprese pubblicate su Youtube dall'americano David Reed troviamo uno 'spettacolo' semplicemente agghiacciante, il momento dell'onda che scavalca la diga di protezione, arriva sulla banchina e scaraventa in acqua una persona in motorino ed a seguire un'auto. 





"Molti comandanti stanno pensando di boicottare Sanremo fino a che la situazione, perlomeno per quanto concerne la sicurezza della diga, non sia stata risolta. - spiega Ciani - Il giorno seguente la mareggiata, 6 imbarcazioni di bandiera estera, di cui 4 sotto nostra agenzia, hanno ricevuto una visita della guardia di Finanza per l’accertamento sulla legittimità per l’ottenimento di gasolio in esenzione di tasse e iva. I controlli effettuati dai militari sono stati fatti con l’ausilio del nostro personale, sono stati molto lunghi - circa 6 ore per barca - e accurati senza però mai risultare troppo ingombranti. A seguito di questi controlli, questo l’articolo uscito su una delle più autorevoli riviste del settore yachting (QUI). La conclusione dell’articolo è abbastanza semplice: evitate di tornare  a Sanremo". 

Quindi cosa si dovrebbe fare? "Riguardo alla legittimità o meno di ottenere gasolio 'commerciale', senza cioè accise e iva, da parte di imbarcazioni battenti bandiera extra cee, ci sono diverse interpretazioni, diametralmente opposte, che creano grossa confusione nel settore. - risponde - Per la nostra città e tutta la riviera, sfortunatamente, si spera sempre che l’interpretazione sia favorevole alla legittimità e che si possa entrare in concorrenza con la vicinissima Francia, dove ciò è concesso. Non credo però sia normale che nel 2013, la produttività di un porto o area geografica, e la conseguente occupazione di forza lavoro e ricchezza creata, debba dipendere dalla speranza della favorevole interpretazione. Spero vengano trovate a brevissimo delle soluzioni per evitare questo tipo di problematiche, anche perché non credo in molti abbiano capito le disastrose conseguenze a cui ci stiamo esponendo".

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore