/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 25 giugno 2012, 16:46

Ceriana: danni gonfiati per l'alluvione del 2000, il PM chiede 2 anni per ogni imputato

Oggi ha parlato anche la parte civile, l'avvocato Bruno Di Giovanni, per il comune di Ceriana. A luglio interverranno le difese e subito dopo il giudice si pronuncerà con la sentenza di primo grado.

Ceriana: danni gonfiati per l'alluvione del 2000, il PM chiede 2 anni per ogni imputato

Andrà a sentenza a luglio il processo per truffa e falso a carico di due coniugi, cinque artigiani ed un geometra di Ceriana, nell'entroterra di Sanremo. Oggi il Pubblico Ministero al termine della propria requisitoria ha chiesto la condanna per ognuno a 2 anni di reclusione, con la concessione delle attenuasnti generiche sulle aggravanti contestate. Nel corso dell'udienza ha trovato spazio anche l'analisi dell'avvocato Bruno Di Giovanni, che tutela la parte civile, il comune di Ceriana. Il legale ha concluso concordando con le richieste di pena formulate dall'accusa e presentando una richiesta di risarcimento danni di 45mila euro per i contributi e per quanto riguarda i danni non patrimoniali da liquidarsi in separata sede con provvisionale. 

Queste persone sono accusate di aver percepito indebitamente diversi finanziamenti a titolo risarcitorio in seguito ai danni dell'alluvione del 2000, secondo l'accusa i danni denunciati sarebbero stati gonfiati rispetto alla portata reale. Sul banco degli imputati Antonio Onda ed Angela Brezzo, due degli imputati, difesi dall'avvocato Alessandro Moroni. Oltre a loro compaiono a processo Biagio Congiusti difeso dall'avvocato Claudia Rodini, Silvio Spina difeso dall'avvocato Vincenzo Icardi, Domenico ed Antonino Stellitano difesi dall'avvocato Francesco Fontana ed Agostino Priori difeso dall'avvocato Alessandro Mager. 

Adesso la parola passerà ai difensori che prenderanno la parola nel corso dell'udienza del 23 luglio. Questa sarà anche l'ultima, infatti, in quella stessa giornata il giudice Lorenzo Purpura prenderà una decisione mettendo di fatto la parola fine, per il primo grado, di questo longevo processo.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium