/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 23 marzo 2012, 15:43

Imperia: possibile azzeramento della Giunta, Strescino prende tempo sino a lunedì per il prossimo Consiglio.. l'ultimo della sua Amministrazione?

Non è fantapolitica ma una delle ipotesi alla quale il sindaco Paolo Strescino starebbe pensando.

Azzeramento della giunta comunale e appoggio esterno del PD e delle altre forze di minoranza sino al consiglio comunale monotematico nel quale dovrebbe essere discussa e votata una delibera di indirizzo “salva Comune”? Non è fantapolitica ma una delle ipotesi alla quale il sindaco Paolo Strescino starebbe pensando. Questa ipotesi sarebbe scaturita a seguito di un summit tenutosi nei giorni scorsi nella sede del Pdl provinciale, nel quale avrebbe partecipato anche Claudio Scaiola, al quale il primo non avrebbe partecipato in quanto non invitato.

Da lì, forse lo strappo definitivo con la vecchia guardia e la “vecchia” politica dalla quale, Strescino, da settimane sta prendendo le distanze. Le pressioni sul sindaco non sarebbero poche e arriverebbero da più parti. Uno dei nodi centrali è la costituzione di parte civile nell'eventuale processo che ha portato agli arresti, almeno per ora, di Francesco Bellavista Caltagirone e di Carlo Conti e alla notifica di alcuni avvisi di garanzia nei confronti di personaggi di spicco dell'imprenditoria locale. Una parte del Pdl avrebbe fatto pressioni sul primo cittadino per evitare che il Comune chieda i danni ai possibili imputati, in particolare a Gianfranco Carli (patron della “Fratelli Carli”, molto vicino alla famiglia Scajola) e Pietro Isnardi (suocero del consigliere regionale ed ex vice sindaco Marco Scajola).

Nel frattempo, oggi, alla conferenza capigruppo, sentite le posizioni dei vari esponenti di maggioranza e opposizione, il sindaco ha rimandato la decisione sulla data data del consiglio monotematico a lunedì 26 marzo prendendosi il week end per valutare sul da farsi e verificare se può ancora contare sui consiglieri del Pdl e della Lega Nord. In caso contrario le dimissioni potrebbero essere molto vicine e come vorrebbe il PD, FLI, PRC, SEL e Lista civica con Imperia, potrebbero essere contestuali all'approvazione della delibera “salva Comune”. 

Gabriele Piccardo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore