/ Al Direttore

Al Direttore | 30 agosto 2010, 07:11

Tricolore a Mafiosissima 2010: l'intervento del nostro lettore Gianni Calvi

Tricolore a Mafiosissima 2010: l'intervento del nostro lettore Gianni Calvi

Un nostro lettore, Gianni Calvi, è intervenuto sul caso del tricolore a Mafiosissima 2010:

"Pur non essendo un convinto sostenitore di fiaccolate o altre manifestazioni  ipo' Mafiosissima', ritengo che l'illegalità si combatta, ogni giorno, con un impegno civile e di denuncia. D'altra parte ben vengano le iniziative che rammentano che i problemi ci sono e non vanno sottovalutati o, peggio, dimenticati. Stante le reazioni di alcuni che, improvvisamente, si accendono di amor patrio e difendono a spada tratta il Tricolore, sono costretto a spendere due parole in difesa dei ragazzi PD, comunque ideologicamente distanti anni luce dal mio politico pensare: mi ritengo pertanto non coinvolto emotivamente. Non ho remore a dichiarare che per me il Tricolore è sacro, l'ho servito 'con disciplina ed onore' nel glorioso Corpo degli Alpini e lo servo tutt'oggi con il mio servizio, esso rappresenta la mia Patria ed il suo Popolo e deve essere onorato. Ciò premesso la levata di scudi contro il povero Lanteri che per meglio imitare il sindaco ha indossato la fascia tricolore mi pare eccessiva, stante l'assoluta buona fede e il desiderio di denunciare il fenomeno mafioso dilagante. A loro modo e con tutte le buone intenzioni questi giovani (e meno giovani) hanno reso un servizio al Tricolore. Certamente i detrattori che si sono espressi negativamente parteggiano per la stessa parte politica del primo cittadino, ma allora devo chiedere loro come hanno reagito quanto il capo del partito loro alleato dichiarò di utilizzare il Tricolore al posto della carta igienica, in uno Stato serio dopo una tale dichiarazione lo avrebbero fatto dimettere dal Parlamento, da noi legifera: complimenti. E ancora, gli indignati cittadini come vedono il fatto che la loro città dopo trent'anni di amministrazione, praticamente sempre della stessa compagine, non ha ancora un depuratore fognario o come si sono espressi alla notizia dell'indagine sul costruendo porto. Non mi pare di averli letti. In tutta sincerità trovo molto più oltraggioso per la nostra Bandiera che 37 fra indagati e condannati per vari reati che spaziano dal peculato all'associazione mafiosa, siedano tranquillamente in Parlamento o che si tenti in ogni modo di approvare una legge per sottrarre un certo personaggio alle sue responsabilità di fronte alla Legge. Quanto ai magnificati risultati nella lotta alla Mafia dei quali il citato personaggio mena vanto essere l'artefice, si rammenti che i risultati vengono raggiunti da Magistrati e Forze dell'Ordine a cui Governo, ha tagliato fondi economici. E poi ci si indigna per uno che imita un sindaco? Buon Tricolre a tutt".

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium